AvvenimentiComune Trecastelli

A Trecastelli l’imperativo è completare le opere pubbliche

A due anni e mezzo di distanza, la fusione (in provincia di Ancona) tra i comuni di Ripe, Castel Colonna e Monterado, che ha determinato la nascita di Trecastelli, fa registrare tangibili benefici sotto ogni punto di vista. Soltanto nel settore Lavori pubblici è stato possibile prevedere un milione e 600 mila euro di investimenti, attraverso l’apertura di 38 cantieri (una media di circa due al mese) su tutto il territorio comunale. Gli ambiti degli investimenti, che hanno determinato l’accensione di mutui solamente per € 190.000, hanno riguardato:

La viabilità per 800 mila euro

Il maltempo, 200 mila euro

I lavori alle scuole, 140 mila euro

I cimiteri, 130 mila euro

Il patrimonio culturale, 100 mila euro

La manutenzione del territorio, 85 mila euro

Impianti sportivi e parchi 55 mila euro

I mezzi comunali, 40 mila euro

Ricerca e programmazione, 70 mila euro

Solamente per la viabilità sono stati effettuati 15 interventi di rilievo, oltre alla manutenzione ordinaria di diverse strade comunali.

I più importanti ed attesi hanno riguardato:

 Via Martin Luter King a Ponte Rio (195.000 euro) attraverso riqualificazione della via, asfaltatura, arredo urbano, verde, viabilità, led.

1

2

Via Cerasi a Monterado (135.000 euro) con miglioramento della zona, bitumatura, viabilità.

1 fine-lavori-via-cerasi

Via Pascoli a Passo di Ripe (55.000 euro) con catramatura ed azioni di qualifica della viabilità.

fine-lavori-via-pascoli

Frana di Via San Rocco a Castel Colonna: (170 mila euro) con lavori di ripristino frana con contributo regionale.

img_1943 img_1945

 Via Antonelli a Brugnetto (50 mila euro) con ripristino manto stradale, muro fiorito, marciapiedi e sistemazione impianto fognario.

via-antonelli-brugnetto-fine-lavori

Via Secchiaroli a Ripe (35 mila euro) con ripristino marciapiedi ed asfaltatura.

via-secchiaroli

Pip di Ponte Lucerta con asfaltatura con tecniche innovative del riciclaggio a freddo per un importo di 177.000 euro.

img_0209 img_0838

L’intervento di Ponte Lucerta è stato pure sede di lezione per gli studenti dell’Università di San Marino.

In effetti, è stata siglata una convenzione tra il dipartimento di ingegneria civile, edile e architettura dell’Università Politecnica delle Marche e quella di San Marino per lo studio dello stato delle strade comunali di Trecastelli, per la programmazione degli interventi futuri e l’ottimizzazione tecnica ed economica di quelli futuri.

Su alcune strade era prevista anche la composizione stratigrafica attraverso una campagna di carotaggi e di pozzetti esplorativi.

Con il metodo di rilievo è stata effettuata la mappatura della rete stradale del Comune di Trecastelli, distinguendo i livelli di percorribilità delle pavimentazioni. Su alcune strade, considerate rappresentative, sono state estratte delle carote per individuare gli spessori degli strati legati ed aperti dei pozzetti da cui sono stati prelevati campioni per l’esecuzione di prove di laboratorio.

img_0440 img_0443

Dall’analisi sono stati individuati interventi tipologici, attraverso cinque modalità di manutenzione che tengono conto delle diverse condizioni di danneggiamento rilevate.

Nello specifico:

depolverizzazione: per contenere l’erosione da acqua piovana ed eliminazione di polvere da traffico veicolare;

impermeabilizzazione: per evitare l’infiltrazione dell’acqua negli strati portanti;

risagomatura: per nuove condizioni superficiali nel medio periodo;

fresatura: per il ripristino nelle aree più ammalorate;

risanamento profondo: per tornare a condizioni strutturali lungo tutta la tratta.

Su manutenzione stradale nella viabilità secondaria, si è svolto a Trecastelli pure un convegno con la partecipazione di personaggi di grande prestigio, proprio per spiegare queste tecniche innovative adottate. Un appuntamento che ha anche riconosciuto tre crediti formativi per l’aggiornamento e lo sviluppo professionale continuo dell’ingegnere.

Sempre con l’Università Politecnica delle Marche e quella di San Marino è inoltre stata effettuata una convenzione per lo studio della vulnerabilità sismica delle stabili scolastici, attraverso un dottorato di ricerca della durata di tre anni.

trecastelli-studenti-universita-lavori-pip-01

Oltre alla viabilità, in due anni di Amministrazione, il settore Lavori pubblici del Comune di Trecastelli ha investito nelle scuole, contribuendo negli anelli antincendio della media di Ripe e della materna di Ponte Rio, nell’uscita dell’elementare di Monterado, oltre a varie manutenzioni.

Sui cimiteri comunali, sono stati realizzati nuovi loculi a Castel Colonna, sistemato il parcheggio di Monterado ed effettuata la manutenzione a Monterado e Ripe.

cimitero-monterado-lavori

Per il patrimonio comunale si è provveduto a Castel Colonna:

alla sistemazione del municipio, manutenzione del centro storico, casetta acqua e riqualifica della zona adiacente;

a Ripe:

al rifacimento del sagrato della chiesa ed alla sistemazione della fogna di via Castello;

a Monterado:

all’ordinamento del municipio

a Ponte Rio:

all’adeguamento della fogna di via 8 marzo

Per la salvaguardia del territorio, manutenzione straordinaria sul fiume Nevola, per il ripristino della rete fossi secondari e per la telecamera ambientale

Importanti interventi pure per gli impianti sportivi con la fornitura su tutte le strutture di defibrillatori, risemina dei campi di calcio di Brugnetto e Ponte Rio, sistemazione del campo da allenamento e da tennis di Ponte Rio e di tutti i giochi su parchi e scuole.

Organizzato anche il piano di ricambio dei mezzi comunali attraverso quello di protezione civile, manutenzione esterna e ufficio mobile vigili

Quello che è stato fatto nei primi due anni, è solamente un assaggio delle potenzialità di Trecastelli perché è stato approvato il bilancio per un piano triennale delle opere pubbliche per investimenti superiori a 100 mila euro, che prevede un totale di investimenti previsti che sfiora i 5 milioni di euro.

Senza dimenticare che per le opere sotto i 100 mila euro, sono stati previsti altri 400 mila euro di investimenti per interventi a strade, scuole, immobili, cimiteri, mezzi comunali ed impianti sportivi.

Difficile insomma immaginare che in Italia molte altre amministrazioni comunali possano programmare come ha fatto Trecastelli dopo la fusione, e soprattutto per interventi che verranno ricordati nel futuro.

Tra questi, la nuova scuola Secchiaroli a Ripe, finanziata per 2 milioni e 400 mila euro dei quali, un milione con mutuo, 1 milione e 210 mila euro attraverso due contributi regionali e 180 mila euro già a disposizione del comune di Ripe.

E proprio in questi ultimi giorni è stato approvato il progetto definitivo per la realizzazione di una scuola di eccellente valore.

Sarà una struttura modulare con predisposizioni ad alto livello energetico, nella quale sono previste 12 aule per la didattica e 2 più grandi ad uso collettivo per eventuali richieste di servizi della scuola.

Entro l’anno arriverà il progetto esecutivo e, di seguito, scatterà la gara d’appalto per una struttura al top, un vero fiore all’occhiello per Trecastelli.

Oltre alla nuova scuola, il futuro di Trecastelli garantirà ai cittadini la riqualifica grazie ad un investimento che sarà recuperato in dieci anni di 320 mila euro;

un look all’avanguardia per via San Rocco (a Ripe) per mezzo di un contributo della protezione civile che coprirà quasi integralmente il costo di 170 mila euro;

altri loculi al cimitero di Ripe per un importo di 350 mila euro finanziato con cessione;

il primo stralcio delle strade con fondi per la fusione di 330 mila euro;

Dal 2107 sono invece previste le sistemazioni:

della zona ex mattatoio di Ripe;

della piazzetta e dei marciapiedi di Passo Ripe;

di via Nori de Nobili, nella zona industriale di Brugnetto;

delle rotatorie delle strade provinciali 18 e 424;

il secondo e terzo stralcio di strade comunali.

Nell’ultima giunta di ottobre 2016 sono invece state approvate, con inizio lavori imminente, quattro asfaltature:

via Antonelli, da fine Brugnetto all’incontro con l’ex fornace (110 mila euro);

via Marconi a Ripe (traversa dalla piazza alla Pro loco) – 45 mila euro – ;

via Galvani a Passo Ripe (29 mila euro), con la particolarità di lavoro attraverso asfalto per forno assorbente;

via Trento a Ripe (19 mila euro) e rifacimento del marciapiede.

Per il ripristino del tratto della strada Provinciale, chiusa per frana tra Passo Ripe e Brugnetto, il Comune di Trecastelli, consapevole del disagio persistente, è intervenuto chiamando tempestivamente (marzo 2016) la Provincia di Ancona, ma senza ottenere risposta. Successivamente sono stati chiamati in causa per segnalare la criticità l’assessore regionale, il Dirigente Regionale, il Prefetto, la Protezione Civile, la Provincia, la Multiservizi ed Comuni della valle, ed è stato fatto un tavolo di lavoro. Ultimamente è arrivata la copertura economica e manca solamente la valutazione d’impatto ambientale in provincia.

Insomma prospettive importanti per tutto il settore Lavori Pubblici, esattamente come sta accadendo per l’ambiente dove, per la raccolta differenziata, Trecastelli è stato premiato come Comune riciclone per il 71,63% di raccolta differenziata nel 2014.

foto-premio-comune-riciclone

E proprio per l’ambiente, l’Amministrazione ha finanziato ed è intervenuta per:

aree verdi e parchi;

piano delle potature;

piano di monitoraggio igiene urbana;

piano neve comunale;

nuova sede di protezione civile comunale;

adesione a Puliamo il mondo.

Digital image

Digital image

E mentre si continua a programmare ed investire, il bilancio comunale viaggia in maniera positiva per prospettive sempre più soddisfacenti.

Post precedente

Notte dello Sport 2016

Post succesivo

Trecastelli, dove la fusione porta risultati concreti

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.

Nessun Commento

Lascia un commento