Sociale

Dopo di Noi, progetto per un futuro concreto

Un appartamento unico, originale, funzionale, organizzato sotto ogni punto di vista, efficiente, ma soprattutto un appartamento dedicato al “Dopo di noi”.


E’ l’abitazione di via Aldo Moro 14 a Serra de’ Conti in provincia di Ancona che, nei giorni scorsi, ha accolto tanti ospiti proprio in occasione dell’inaugurazione del progetto “Dopo di noi”, il primo messo in pratica nella Regione Marche dopo provvedimento di legge parlamentare che introduce il sostegno e l’assistenza alle persone con disabilità grave dopo la morte dei parenti che li accudiscono.

Un’opportunità per conoscere concretamente il lavoro dell’associazione Il Giardino dei Bucaneve che – basandosi totalmente sul volontariato – per sperimentare il graduale distacco dalle famiglie di un gruppo di ragazzi diversamente abili, si impegna ad abituare i ragazzi ad una vita lontana dal contesto familiare. Tutto ciò, accompagnandoli – mediante soggiorni temporanei al di fuori della famiglia – tenendo conto dei loro desideri, aspettative e preferenze.

Tra i tanti messaggi di auguri per l’inaugurazione dell’appartamento di Serra de’ Conti, anche quello di Nicole Orlando, atleta paralimpica italiana e detentrice dei record europei nei 100 metri e nel salto in lungo.

Questi ragazzi, durante il giorno frequentano il Centro Diurno di Ostra Vetere ed alla sera tornano nell’appartamento messo a disposizione da “Il Giardino dei Bucaneve.

“Il Giardino dei Bucaneve” opera nei comuni che fanno parte dell’Ambito Territoriale n.8 e si prefigge di tutelare i diritti del disabile; creare servizi e sostegno delle famiglie; favorire il massimo grado di integrazione; dare al disabile autonomia personale per farlo inserire nel mondo del lavoro; offrire informazioni sull’attuale legislazione del disabile; tenere i contatti con altre associazioni; promuovere iniziative che favoriscano il disabile.

Un percorso programmato che si sviluppa attraverso diversi progetti che motivano continuamente i ragazzi, protagonisti in tantissimi settori.

Dopo l’acquisto di un pulmino attrezzato per la disabilità, è arrivata addirittura la richiesta da Un Medico in famiglia 10 per girare alcune scene del film.

Grazie al progetto cucina, si pone invece l’attenzione alla cooperazione ed alla collaborazione. Attraverso l’attività culinaria, si rafforza il senso di responsabilità e di condivisione; le abilità; il rispetto dei tempi; di regole e delle consegne date

Il progetto Teatro, ha visto la messa in scena di un Musical “Forza Venite Gente”, ed una nuova realizzazione di “Aggiungi un posto a tavola”. Una vera risposta ai bisogni di integrazione, collaborando con un gruppo di ragazzi “abili”, che ha permesso di far emergere attraverso la sfera creativa, l’interiorità di ogni ragazzo lasciando ampio spazio alla dimensione affettivo-relazionale.

Il progetto di bomboniere riguarda la sfera più occupazionale, in quanto i ragazzi sono attenti nel confezionare oggetti per rispondere alle varie richieste pervenute, per battesimi, cresime, comunioni , matrimoni. Seguiti dagli educatori, si occupano del confezionamento delle bomboniere unendo a queste i rispettivi quantitativi di confetti.

Il progetto di Religione viene svolto con una cadenza di un’ora settimanale, utilizzando un linguaggio vicino e  comprensibile, e spiegando i basilari concetti inerenti la Religione.

Con il progetto sale aromatizzato, ogni ragazzo ha un proprio mortaio, strumento utile per affinare il sale grosso bianco o rosa dell’himalaya, poi unito alle spezie  per dare sapore al sale tritato.

Il progetto Pet Therapy viene svolto grazie all’ausilio degli animali, soprattutto del cane con lo scopo di potenziare e mantenere capacità relazionali, cognitive e motorie. Ovvero l’allievo è tenuto a chiamare per nome il cane, accarezzarlo, prenderci confidenza, oltre a svolgere le azioni di toelettatura e cambiargli il guinzaglio.

Il progetto di attività motoria, grazie all’aiuto di una professionista, ha come finalità: il potenziamento ed il mantenimento, ma anche il recupero, delle abilità Motorie di Base: camminare, correre, saltare, lanciare.

Grazie alla collaborazione con il Circoplà, Scuola di Circo di Serra dè Conti, i ragazzi vengono seguiti da un volontario per intraprendere una maggiore conoscenza del proprio corpo e dell’ambiente attraverso semplici percorsi con cerchi, piccoli salti, rotolamenti, esercizi di coordinazione.

Per godersi le giornate in spiaggia è stata acquistata una carrozzina “speciale” attrezzata per favorire l’autonomia in acqua della persona con disabilità motoria. Inoltre, da sei anni, nel mese di giugno i ragazzi vengono accompagnati per una settimana al mare con lo scopo di acquisire nuove autonomie ed abilità.

L’associazione, che ha sede legale a Serra de’ Conti, è formata esclusivamente da volontari ed ha scelto questo nome dall’idea di associare una caratteristica ambientale della sede (il giardino) con un elemento che rappresenta i concetti di vita e speranza (il bucaneve).

Da un lato si evoca in effetti armonia, serenità e gioia e dall’altro, grazie al significato simbolico del bucaneve, rappresenta le persone disabili che – nonostante le difficoltà e gli ostacoli con cui debbono misurarsi ogni giorno, affrontano e vivono la vita con coraggio e speranza, proprio come i bucaneve in pieno inverno, quando nonostante la fragilità riescono a sbocciare dai manti nevosi.

Per sostenere ”Il Giardino dei Bucaneve” ed il progetto “Dopo di noi” è possibile donare il 5 per mille dalla dichiarazione dei redditi al codice fiscale 92023670422

Post precedente

Visi e Voci 28 aprile 2018

Post succesivo

Come risintonizzare tv o decoder se non vedete Tv Centro Marche

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.