Trasmissioni tv 2018

Visi e Voci 14 luglio 2018

I servizi dell’ottantesima puntata di Visi e Voci in onda il 14 luglio 2018 su Tv Centro Marche.

1 In apertura una storia straordinaria che ha come protagonista un 98enne di Jesi. Nello, classe 1920, giovanissimo prigioniero di guerra, durante quel terribile periodo, aveva una gamella, su cui aveva inciso la frase “ritornerò alla mia Jesi”. Un cimelio che gli è stato riconsegnato dopo 50 anni da un capitano di guerra che lo aveva trovato in un mercatino dell’antiquariato. A quasi un secolo di vita, Nello racconta con orgoglio questa incredibile vicenda.

2 Nonostante le polemiche degli ultimi mesi, da Macerata arriva però una bella storia di integrazione che vede protagonista Imran, un pakistano arrivano tre anni fa in Italia e soddisfatto di lavorare e vivere nella città marchigiana.

3 Un’altra storia, commovente eppure capace di stimolare quanti guardano al futuro con grande serenità. Il padre di Francesca, una ragazza morta per una terribile malattia ha portato avanti il lavoro intrapreso dalla figlia con la tesi di laurea che aveva scritto prima di morire.

4 Bellissima storia anche da Montecopiolo, con protagonista un ragazzo di 14 anni. A Tommaso, adesso diventato campione di folk, soltanto due anni fa gli era stata diagnosticata una grave patologia cardiaca.

5 Tanti consensi per la 15° edizione di “Senigallia in Moda” che, nello scenario del Foro Annonario, ha proposto una lunga serie di momenti di spettacolo, a partire dall’artista Marco Ferradini che si è esibito dal vivo. Sul palco anche Marta Porrà, cantante marchigiana e grande talento e tanti flash moda: dallo spazio bambini, agli accessori e costumi, alla maglieria, ai gioielli, alle eccellenze sino al premio Arte.

TEMA DELLA PUNTATA: 

È fondamentale aggiungere più vita agli anni, non più anni alla vita.

 

Post precedente

Lo show di Senigallia in Moda 2018

Post succesivo

Crossroads, successo straordinario a Senigallia

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.