Avvenimenti

La Notte dei Desideri

Una notte indimenticabile, suggestiva, affascinante, stimolante e ricca di contenuti: la notte dei desideri. Con questi intenti, perfettamente centrati, si è svolto a Senigallia l’evento “Notte dei desideri, visioni tra cielo e terra”.

La serata è stata organizzata in contemporanea con la più lunga eclissi lunare del secolo in cui la luna si è lentamente oscurata al punto da trovarsi completamente in penombra ed assumere un colore rosso sangue.

Questo perché la luce del Sole non ha illuminato direttamente la Luna, ma è stata deviata dalle sottili polveri presenti nell’atmosfera terrestre che hanno dato alla Luna il particolare e caratteristico colore rosso sangue.

Suggestioni che hanno contribuito a dare un tocco ulteriormente coinvolgente e rendere l’appuntamento indimenticabile che ha vissuto il momento clou grazie a “Visioni”, slide show a cura del regista cinematografico Lorenzo Cicconi Massi e del progetto Visionaria sulle mura di Palazzo del Duca.

Nell’ambito dello slide show, apprezzatissimo lo spazio in cui l’attore Mariano Rigillo ha recitato “Alla luna” una delle liriche dei canti di Giacomo Leopardi composta a Recanati nel 1820 e considerata un componimento poetico assai significativo, per il tema del ricordo.

Un mix delicatissimo di appunti visivi filmici su Senigallia, realizzati attraverso il contributo di tanti ragazzi che hanno partecipato agli workshop.

E proprio Visionaria, il progetto di rigenerazione urbana e partecipazione del Comune di Senigallia, che nei giorni scorsi ha inaugurato la propria sede al centro della città, rappresenta una realtà decisamente importante per “Senigallia, Città della Fotografia”.

Nella sede di Visionaria, ubicata in una parte degli spazi che un tempo hanno ospitato l’ostello della gioventù, il progetto dedicato alla rigenerazione urbana grazie alle arti visive ed alla fotografia, ha presentato i primi risultati di settimane di lavoro in uno spazio completamente rinnovato.

Nella sede trovano posto buona parte degli arredi ideati e progettati dai ragazzi che hanno partecipato al workshop dedicato all’open design furniture con il supporto dell’Universita’ degli Studi di Camerino.

L’inaugurazione di Visionaria è stata inoltre l’occasione per presentare il calendario delle prossime mostre realizzate con il contributo dell’Università Politecnica delle Marche.

Visionaria punta sulla partecipazione dei cittadini, soprattutto quelli più giovani, alle attività culturali della città e in particolare a quelle incentrate sulla fotografia, dati l’importanza ed il significato che a questa arte ha dato Senigallia.

Il lavoro, con il coordinamento artistico di Lorenzo Cicconi Massi e scientifico di Mattia Crivellini, sarà centrato su protagonismo giovanile, ricerca artistica e scientifica, scoperta e riscoperta della fotografia come strumento unico per cogliere, comprendere e raccontare la società e la comunità in cui viviamo.

La fotografia, ed in particolare le “Fotografie dei desideri” hanno trovato spazio nell’ambito del partecipatissimo evento dell’estate senigalliese. A Palazzo dei Duca è stato infatti allestito un laboratorio didattico per i bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni.  Nel frattempo, sempre a Palazzo del Duca, ennesimo grandissimo riscontro per “Bacia lentamente”, visita guidata alla mostra di Robert Doisneau che dallo scorso 28 marzo richiama migliaia di visitatori.

D’altra parte, l’attesa mostra “Robert Doisneau: le Temps Retrouvé”, che resterà allestita a Palazzo del Duca fino al prossimo 2 settembre, ha continuamente portato un flusso incredibile di appassionati e curiosi a Senigallia.  Un bagno di folla sin dal giorno dell’inaugurazione per vedere in anteprima il celebre “Le Baiser de l’hôtel de ville” e gli altri quarantanove capolavori del grande maestro della fotografia francese, giunti a Senigallia grazie alla collaborazione tra il Comune di Senigallia, la ONO Arte contemporanea, l’Atelier Robert Doisneau e la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi.

Un’emozione dietro l’altra per questo evento, che scrive una nuova pagina della storia della fotografia senigalliese. Una mostra fortemente voluta dall’Amministrazione comunale, per dare continuità al ciclo delle grandi esposizioni che ormai da anni caratterizzano le stagioni culturali e per annunciare l’avvio del percorso legislativo da parte della Regione Marche per il riconoscimento ufficiale di Senigallia “Città della Fotografia”. Senigallia, insomma, con la sua storia, la sua tradizione, il suo patrimonio, il suo tessuto culturale formato da tanti fotografi professionisti e amatoriali, ideali eredi di Mario Giacomelli e della Scuola del Misa, è il luogo dove un evento come questo acquista un’anima e produce emozioni.

Una “Notte dei desideri” straordinaria da ogni punto di vista, capace di rendere ancora più unica la notte della più lunga eclissi lunare del secolo.

Post precedente

Visi e Voci 4 agosto 2018

Post succesivo

Visi e Voci 11 agosto 2018

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.