SocialeSport

Onoranze Santarelli sostiene lo sport

Non c’è modo migliore di credere nella vita che sostenere lo sport e i giovani che lo praticano con passione ed entusiasmo ogni giorno. Inizia così, con coraggio, determinazione e fiducia la nuova avventura di Adriano Santarelli titolare delle onoranze funebri Santarelli e della Casa funeraria Santarelli di Monsano. In un accordo triennale, firmato a settembre, Santarelli si impegna a sostenere la Jesina Calcio del presidente Gianfilippo Mosconi oggi in serie D e la Polisportiva Cingoli con la sua squadra maschile di Pallamano, presieduta da Simone Ciattaglia, che quest’anno milita nella massima categoria, la serie A1. Due grossi impegni per l’imprenditore jesino che ha deciso di buttare il cuore oltre l’ostacolo e sostenere due squadre, l’una con i colori del cuore e l’altra che sta giocando al vertice della categoria, con un aiuto prezioso ed essenziale. Forse, senza il suo contributo di main sponsor, le due realtà sportive non avrebbero le stesse opportunità che stanno avendo in questo inizio campionato.

E lui, Adriano Santarelli, persona umile e riservata, un imprenditore coraggioso che ha costruito la sua azienda rimboccandosi le maniche e affrontando tante difficoltà, rivede i suoi tanti sacrifici in quegli stessi che oggi le società sportive di piccole città come Jesi e Cingoli sono costrette a fare pur di mandare avanti la passione e il talento dei loro atleti.

“Tifiamo Jesina tutta la vita e poi…c’è Santarelli, naturalmente il più tardi possibile”. Sdrammatizza il neo presidente della società Leoncella Gianfilippo Mosconi per sottolineare l’impegno dell’imprenditore Santarelli ad accompagnare la Squadra a lungo termine. Lo striscione del main sponsor sarà posizionato in campo allo stadio comunale Carotti di Jesi, alle spalle della panchina ospite. Tante novità in casa Jesina, non solo il main sponsor, ma anche la rosa dei giocatori, il presidente Mosconi e il direttore sportivo Gianfranco Amici, il mister Davide Ciampelli.

Il Campionato di serie A1 maschile è iniziato e concorrono 14 squadre: Cingoli c’è, con i suoi atleti (tra cui i nuovi arrivi Colleluori, Randes, Alvarez e Garroni) e i consolidati che sono per lo più di Cingoli, tutti pronti a dare il meglio di sé. Sul petto, gli altleti della Polisportiva Cingoli della specialità della Pallamano portano gli stemmi dei due sponsor – l’Avis di Cingoli e da quest’anno anche le Onoranze Funebri Santarelli – due realtà d’eccellenza i cui valori si identificano in quelli dei ragazzi della società cingolana.

Un grosso impegno quello della Polisportiva Cingoli che può contare non solo sul sostegno di un imprenditore illuminato e determinato come Adriano Santarelli – non nuovo a iniziative di carattere sociale (ricordiamo proprio due anni fa il sostegno alle popolazioni di Arquata del Tronto attraverso l’acquisto di un’opera dello scultore Giorgio Rocchegiani) – ma anche sull’esperienza del tecnico Nando Nocelli, del direttore sportivo Gastone Corti e sulla grinta del neo presidente Simone Ciattaglia.

Sostenere lo sport, credere nei giovani e investire nel territorio: l’auspicio è che presto altri imprenditori vogliano accettare questa sfida e puntare tutto sul futuro.

 

 

 

 

Post precedente

Visi e Voci 17 novembre 2018

Post succesivo

Santarelli, solidarietà ed impegno nello sport

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.