Scuola

Cena di Gala all’Ipseoa di Cingoli

Bilancio decisamente positivo per l’anno scolastico 2018/2019 dell’istituto Professionale Statale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Varnelli” di Cingoli che, come tradizione, ha festeggiato i tanti traguardi raggiunti coinvolgendo docenti, collaboratori, autorità ed amici alla Cena di Gala di fine anno.

L’azzeccatissimo tema della serata era “Il cibo si fa arte”, con un menù straordinariamente ad hoc da tutti i punti di vista.

Una scuola che funziona, che accoglie oltre 800 iscritti, offrendo anche corsi serali per adulti aperti a tutti, giovani ed adulti italiani e stranieri con lezioni in orario pomeridiano dal lunedì al venerdì, e conta una lunghissima serie di progetti ed attività, capaci di coinvolgere istituzioni, associazionismo ed aziende di prestigio.

Dopo un biennio comune, gli allievi dell’Ipseoa “Varnelli” possono prendere la qualifica professionale regionale e scegliere la formazione futura tra:

enogastronomia cucina

produzioni dolciarie artigianali e industriali

sala e vendita

accoglienza turistica

Un nuovo indirizzo prevede servizi di promozione dello sport, benessere e tempo libero ed interviene nel processo di erogazione ai servizi specifici.

La qualificazione nell’utilizzo di metodologie di base, strumenti e informazioni consentono di svolgere attività relative all’accoglienza e promozione in rapporto alle esigenze del cliente.

Nello specifico:

Pianificazione e organizzazione del lavoro;

Promozione e offerta di prodotti e servizi;

Amministrazione e contabilità;

Erogazione dei servizi turistici.

Il conseguimento di Qualifica triennale di “Operatore dell’Accoglienza” e di Diploma di Tecnico dell’Accoglienza, apre tantissime opportunità lavorative.

Tra queste: Villaggi turistici, alberghi, campeggi, navi da crociera, residence, stabilimenti balneari, tour operator, agenzie d’animazione, wellness e benessere personale, strutture adibite a sport, tempo libero e benessere psico-fisico (centri yoga, termali, di relax, ambientali green).

L’istituto “Varnelli” di Cingoli fa parte della rete nazionale degli Istituti alberghieri RENAIA, della rete europea AEHT, e conta una lunghissima serie di progetti ed attività, capaci di coinvolgere istituzioni, associazionismo ed aziende di prestigio.

  • Bandiera verde eco school
  • Medaglia d’argento europea di cucina
  • Certificazioni linguistiche per stranieri
  • Centro sportivo
  • Collaborazioni con società sportive
  • Vacanza in alta montagna
  • Progetti Erasmus in tutta Europa
  • Alternanza scuola lavoro all’estero
  • Partenariato Australia
  • Collaborazioni con federazione cuochi
  • Corsi serali di enogastronomia per adulti
  • Concorsi nazionali e fiere
  • Servizio orientamento permanente
  • Prestito bibliotecario
  • AIESEC volontari di lingua inglese
  • Collaborazione con AIBES

Come detto, la scuola aderisce ad iniziative in collaborazione con enti, associazioni, aziende private, università ed altri istituti per organizzare eventi, servizi turistici e catering cercando di creare un ambiente di apprendimento reale per lo studente ed avere alleanze formative in tutto il territorio.

Gran parte degli eventi riguarda la valorizzazione di prodotti aziendali in ambito fieristico e della convegnistica.

Altra grande importanza hanno i concorsi nazionali ed europei dei settori professionali in ambito turistico ed enogastronomico per sviluppare le competenze imprenditoriali e prodotti utili al mercato turistico  odierno.

La didattica oggi propone valutazione di prodotti e processo in nuovi ambienti di apprendimento con laboratori linguistici mobili, aula Apple e smart nonché Digital technology nei laboratori di sala bar e cucina.

L’istituto segue anche una personalizzazione dei percorsi fin dal primo anno per sviluppare progetti reali in problem solving e valorizzare  i punti di forza di ciascun alunno e creare percorsi di orientamento mirati.

Le terze classi invece seguono le qualifiche professionali con un esame teorico pratico ed il rilascio della qualifica per l’inserimento nel mondo del lavoro professionale; qualifica di cucina, pasticceria, accoglienza turistica e servizi di sala bar.

L’istituto aderisce a progetti Erasmus per l’esperienza di alternanza scuola lavoro in tutta Europa, durante il percorso di studi ed anche post diploma per periodi di tre mesi.

Le mete che hanno ospitato gli alunni sono state: La Valletta, Granada, Amien, Londonderry, Siviglia.

Sono stati inoltre perfezionati da qualche anno scambi culturali con la scuola professionale di Melbourne in Australia e con Taicang in Cina.

I progetti hanno la mission principale di costruire competenze di cittadinanza e linguistiche, ma anche professionali con esperienze enogastronomiche e turistiche nei territori che ospitano gli studenti.

Gli alunni che provengono da sedi lontane possono usufruire del Convitto, nel centro storico di Cingoli.

Le strutture ricettive, inaugurate l’11 dicembre 2017, sono aperte dalla domenica sera al venerdì pomeriggio assicurando:

– Vitto e alloggio;

– Assistenza per studio pomeridiano;

– Partecipazione ad attività ludico-didattiche;

– Clima accogliente e buona educazione.

Si tratta di un complesso che è un vero Hotel 5 Stelle, denominato convitto perché d’inverno alloggia gli studenti di fuori sede e d’estate, viene utilizzato dal Comune per Convegni, manifestazioni, iniziative anche internazionali per far conoscere il Balcone delle Marche.

Si tratta di una grande opera realizzata con fondi europei su un Bando della Regione Marche che non ha determinato quindi l’accensione di mutui o l’aumento della fiscalità comunale.

L’occasione della cena di Gala ha permesso di fare un bilancio anche sul primo anno del percorso sportivo, con attività e collaborazioni importanti che lo hanno valorizzato.

Gli alunni hanno frequentato l’attività sportiva per 4 ore settimanali, attraverso incontri con professionisti di sport a livello nazionale e regionale.

La scuola inoltre ha coinvolto gli allievi nelle competizioni regionali e campionati studenteschi; i docenti di scienze motorie hanno costituito il campus sportivo degli studenti, prevedendo attività extra come orienteering, escursioni e potenziamento sportivo.

Gli stressi studenti in cucina e sala, invece, hanno seguito una didattica mirata al benessere ed al rispetto della dieta mediterranea con uno spazio prezioso rivolto all’uso di frutta e verdura stagionale nelle preparazioni di cucina e al bar.

I percorso di studi si completa con ore di accoglienza turistica e scienze degli alimenti al fine di completare una figura professionale completa e competitiva sul mercato.

Una nota particolare meritano i percorsi di alternanza scuola lavoro regionale e nazionale.

Si tratta di percorsi individuali per un totale di 400 ore, suddivisi in tre esperienze differenti per tutti gli studenti delle terze e quarte classi per tutti gli indirizzi professionali.

Le mete più ambite:  Rimini, Courmayeur, Bagni di Pisa, Santa Maria di Leuca, Verona, Gubbio e le isole Tremiti.

I periodi variano dalle due alle quattro settimane.

Le aziende coinvolte sono: hotel e catene alberghiere, villaggi, ristoranti, trattorie, agriturismi, agenzie viaggio.

La scuola è riconosciuta Ecoschool per la qualità della didattica sul piano ambientale.

D’altra parte, l’orto didattico è al centro della didattica giornaliera per la coltivazione di vegetali tipici marchigiani e prodotti per la didattica laboratoriale.

Attiva e proficua la collaborazione con Legambiente ed i progetti realizzati a tema della spreco alimentare.

Molti i concorsi vinti anche in questo anno scolastico, seguendo il tema Imprenditoria e sostenibilità.

Tanti, tantissimi motivi per confermare ancora una volta che l’istituto Professionale Statale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Varnelli” di Cingoli è una scuola vera, una scuola che funziona !

Post precedente

"Cronisti in classe", ad Ancona le premiazioni

Post succesivo

Inter Club Senigallia, cena di fine stagione

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.