Ambiente

Inaugurato il Centro Ambiente di Marzocca

Ennesimo grande obiettivo raggiunto per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente a Senigallia.

E’ stato infatti inaugurato il nuovo Centro di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, attraverso la realizzazione di una struttura moderna ed efficiente individuata in via Indipendenza, nella frazione di Marzocca.

D’altra parte, la raccolta differenziata dei rifiuti urbani rappresenta lo strumento strategico per promuovere il riciclaggio di alta qualità e per assicurare il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla Direttiva europea del Codice dell’Ambiente.

Inoltre, la legge regionale del 2009 ed il “Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti” individuano una serie di obiettivi tra cui la riorganizzazione e l’ottimizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti urbani ed assimilati ai fini del raggiungimento degli obiettivi nazionali di raccolta differenziata e comunitari di riciclaggio dei rifiuti.

Per conseguire questa finalità è fondamentale assicurare, fin dalla fase di raccolta, una rete diffusa di Centri Comunali o intercomunali per il raggruppamento di tutte le frazioni merceologiche riciclabili a favore della pratica della raccolta “porta a porta” e che i Centri stessi di Raccolta Differenziata consentano di intercettare quei rifiuti che non vengono raccolti direttamente a domicilio dal gestore del servizio di raccolta.

Il Centro di raccolta differenziata dei rifiuti urbani di Marzocca è stato realizzato grazie a finanziamenti regionali per la realizzazione ex novo di queste strutture.

Dal costo complessivo di circa un milione e 100 mila euro del progetto preliminare redatto dall’Area Tecnica Territorio e Ambiente del Comune di Senigallia, la Regione Marche ha assegnato un contributo di  circa 750 mila euro.

L’appalto dei lavori è stato assegnato il 31 luglio 2018 ad un raggruppamento temporaneo di imprese composto dalle ditte:

CIARMATORI SRL di Serra de’ Conti e C.F.C. Consorzio Fra Costruttori SOC. COOP. di Reggio Emilia (RE).

Nel Comune di Senigallia, la percentuale di raccolta differenziata è del 70,97%. Si tratta di un dato estremamente positivo ma che, attraverso il nuovo Centro di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, può raggiungere obiettivi anche più ambiziosi.

Il ruolo del Centro di Marzocca è rilevante perché ridurrà le quote di rifiuti da avviare al sistema di trattamento/smaltimento dei RSU, in linea con quanto previsto dalla normativa di settore vigente.

Si inquadrerà inoltre come uno strumento sul territorio, che potrà dare la possibilità concreta ai cittadini di vedere il rifiuto non come tale, ma come risorsa, in quanto, prima che il bene conferibile venga intercettato dal circuito della raccolta differenziata, sarà possibile valutarlo adeguatamente, per verificare che il suo tempo di vita non sia già esaurito, ma possa essere ancora avviato a buone pratiche, quali quelle del riuso e del riutilizzo.

In particolare, infatti, in tale struttura il materiale conferito potrà avere tre distinte destinazioni:

il RIUSO: in questo modo, può, previa valutazione del personale preposto, essere sottratto dal circuito della gestione integrata dei rifiuti ed essere riusato;

il RIUTILIZZO: l’area destinata si trova nelle vicinanze dell’area accettazione e riuso, in modo da avviare in tempi immediati il bene conferito al circuito del riutilizzo, sottraendolo, se possibile, dal ciclo della gestione integrata dei rifiuti;

il CONFERIMENTO DEI RIFIUTI PER L’AVVIO AL TRATTAMENTO: i beni che non potranno essere inseriti nei circuiti di riuso e riutilizzo, verranno differenziati in modo autonomo dall’utente e conferiti negli appositi contenitori per l’avvio agli impianti di trattamento.

La viabilità di collegamento tra Centro di Raccolta e area urbana servita sosterrà la circolazione dei mezzi che conferiscono i rifiuti e dei mezzi pesanti che provvedono al carico del materiale. Inoltre, sono stati predisposti opportuni spazi per il parcheggio degli utenti.

Tutto ciò è stato studiato per raggiungere l’obiettivo principale, ossia sensibilizzare i cittadini;

dimostrare che il rifiuto è una risorsa e come tale va trattata;

educare al recupero di materia;

instaurare un rapporto collaborativo con l’utenza.

Solo grazie a questa struttura, il sistema di raccolta differenziata integrata spinta (porta a porta) può raggiungere più rapidamente importanti risultati.

Da un punto di vista funzionale, il centro risulta complementare ai servizi di igiene urbana diffusi nel territorio, estendendo la fruizione in giorni diversi da quelli previsti in calendario.

Gli utenti trovano nel Centro di Raccolta il giusto luogo per il conferimento delle diverse categorie di rifiuti valorizzabili, di rifiuti urbani pericolosi (pile, batterie, oli motore), di rifiuti speciali assimilabili agli urbani e di rifiuti ingombranti.

Il Centro di Raccolta che si estende su una superficie di circa 4 mila metri quadrati si sviluppa su due livelli, prevedendo:

una zona di conferimento e deposito dei rifiuti non pericolosi, attrezzata con 13 cassoni scarrabili, su platea impermeabilizzata (zona inferiore);

una zona di carico o zona superiore, sopraelevata di due metri rispetto alla zona inferiore, al fine di rendere più agevoli le operazioni di carico.

Sulla zona superiore anche conferimento e deposito di rifiuti pericolosi con protezione dagli agenti atmosferici mediante copertura fissa. Qui sono posizionati anche i serbatoi per la raccolta degli oli esausti, per la batterie esaurite.

Sono previsti due accessi all’impianto, entrambi ubicati sulla stessa strada urbana a doppio senso di marcia, parallela alla Strada Statale Adriatica Sud.

La struttura sarà utilizzata anche dal gestore del servizio pubblico di raccolta, per ottimizzare i successivi trasporti agli impianti di recupero o smaltimento.

Le varietà di rifiuti da smaltire sono di due tipi:

attività umane di tipo domestico ed umane di tipo commerciale, servizi ed artigianale assimilabili.

Da ciò deriva che le tipologie di rifiuti che potranno essere conferite al Centro, saranno urbani e speciali assimilabili.

Un Centro moderno, efficiente, ma soprattutto essenziale che rappresenta l’ennesimo passo avanti verso il raggiungimento di obiettivi ancora più ambiziosi per la raccolta differenziata che a Senigallia è del 70.97%.

Post precedente

La scuola G.B. Pergolesi alla "Festa della Musica"

Post succesivo

Lega Navale Ancona, salpa la nuova èra

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.