Avvenimenti

Festa della cicerchia 2014 a Serra de’ Conti

La festa della cicerchia è diventata maggiorenne ed ha festeggiato con un bilancio straordinariamente positivo la sua 18° edizione.
Un appuntamento ormai tradizionale che ha richiamato – dal 28 al 30 novembre scorsi – all’interno delle mura medievali di Serra de’ Conti, fiumi di persone, accorse per degustare le specialità legate alla cicerchia e per seguire una miriade di eventi.
Serra de’ Conti è collocata sulle colline del Verdicchio, in provincia di Ancona. Un paese delizioso con un centro storico all’interno delle mura medievali, un vero gioiello che ha mantenuto praticamente inalterato l’aspetto medievale di un tempo. Non a caso, Serra de’ Conti è tra le terre murate meglio conservate della provincia di Ancona e la cittadina regala una suggestione d’altri tempi grazie alle sue grotte, cantine, osterie e locande che si snodano continuamente tra vicoli e piazzette.
Qui, oltre 500 volontari hanno lavorato attorno ad una ventina di cantine, proponendo specialità con sapori tradizionali per più di cento diversi piatti. Tra questi: zuppe, maltagliati, vincisgrassi, passatelli, cresce di polenta, trippa alla canapina, scottiglia di cinghiale, fave in potacchio, coratellina d’agnello, stoccafisso e patate, guanciale di maiale saltato con aceto e salvia, ciambellone e vino di visciola, caldarroste e lupini. Ma, ovviamente, la regina resta sempre lei: la cicerchia, quella vera, quella di Serra de’ Conti, quella servita fumante all’interno di una pagnotta calda, aromatizzata con un filo d’olio extra vergine di oliva e saporita con i condimenti genuini dell’orto.
Oltre agli spazi dedicati alla parte culinaria, la Festa della cicerchia ha riservato al pubblico numerosi altri eventi e momenti di spettacolo.
Nelle vie del paese è stato infatti un continuo susseguirsi di artisti di strada, stornellatori, cantastorie ed artigiani accuratamente selezionati. In effetti era fondamentale per partecipare a questa festa mostrare il proprio tradizionale “saper fare” perché, nella cultura contadina, tutti sapevano muovere bene le mani lavorando i vimini o il legno, curando merletti, modellando terrecotte, battendo il ferro.

Post precedente

Riapertura Palasport Senigallia

Post succesivo

Tv Centro Marche e l'incognita frequenze

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.

Nessun Commento

Lascia un commento