ScuolaSport

Gymfestival 2016

Pubblico delle grandi occasioni per il trofeo scolastico “Città di Senigallia” Gymfestival. Una kermesse capace di catalizzare la presenza di migliaia di studenti, genitori ed addetti ai lavori da ogni parte d’Italia sulla spiaggia di velluto.
Una manifestazione unica nel suo genere sul territorio nazionale, straordinaria nell’offrire, sotto ogni punto di vista, opportunità di confronto tra scuole.
Gymfestival è organizzato dalla Libertas Marotta, associazione sportiva che da oltre 30 anni promuove l’attività fisica dai bambini agli adulti, in collaborazione con la Federazione Ginnastica d’Italia e l’Ente di promozione sportiva Libertas Marche.
Fondamentale è poi il patrocinio di Comune di Senigallia, Panathlon Senigallia, Regione Marche, Coni regionale e Libertas regionale che permettono, grazie anche al sostegno di sponsors di prestigio, di perfezionare la pianificazione dell’evento.
L’edizione 2016 di Gymfestival, come vuole la tradizione è stata ospitata presso il Palazzetto dello sport di Senigallia ed ha coinvolto, dal 17 al 19 aprile, un migliaio di atleti impegnati nelle diverse specialità di gare, tra le quali anche le coinvolgenti acrogym e hip hop.
Studenti provenienti da Lombardia, Piemonte, Veneto, Puglia, Umbria, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Marche, Lazio per un totale di quasi 300 squadre e circa 900 atleti in gara tra medie e superiori.

4
Numeri da record per la competizione nazionale scolastica di ginnastica artistica ed aerobica che mantiene una formula Open: senza limiti di età, né di categoria, né di numero di gare cui si può prendere parte.
Anche per questa edizione 2016, è stato deciso di confermare le proposte introdotte con successo lo scorso anno. Il motivo principale è quello di consentire la partecipazione a tutti. In effetti, attraverso questa scelta, chiunque può gareggiare, anche coloro che sono all’esordio assoluto.
Tutto ciò per offrire, con l’inserimento di nuove specialità, stimoli e tante ulteriori motivazioni, rispetto ai programmi dei GSS – Giochi Sportivi Studenteschi – previsti per la Ginnastica, per i quali le regole sono invece più rigide. Tra questi anche l’organizzazione di Special Olympics.
Conferma anche per Gyminsieme, dove alunne ed alunni con disabilità mentale hanno partecipato alla manifestazione, aiutati e sostenuti da compagni di classe e di istituto in tutte le fasi della competizione. Momenti veramente emozionanti a dimostrazione dello spirito di solidarietà dei giovani e della forte condivisione che il mondo della scuola è capace di dimostrare.
Prima di dare il via alle gare vere e proprie, Gymfestival 2016 ha proposto una serie di anteprime. Nel pomeriggio di domenica 17 aprile, si è svolta “Quattro passi sul velluto”, kermesse di apertura per promuovere le varie forme della ginnastica e dell’espressione corporea.
Si è trattato di un momento di sport spettacolo dove, tutti assieme, istituti scolastici, scuole di danza e società sportive hanno creato un’atmosfera coinvolgente sotto ogni punto di vista, regalando esibizioni coreografiche, messe in pratica attraverso stili e generi differenti.
E poi la partecipatissima cerimonia di apertura che ha dato il saluto ufficiale a tutti i protagonisti giunti per l’occasione a Senigallia ed accolti con orgoglio dalle principali autorità cittadine:

L’istituto Superiore “Umberto I” di Alba (Cuneo),
il Liceo Scientifico “De Giorgi” di Lecce,
l’Istituto Comprensivo di Ostra (Ancona),
il liceo scientifico “Galilei” di Ancona,
il Liceo “Properzio” di Assisi (Perugia),
l’Istituto “Tartaglia-Olivieri” di Brescia,
l’istituto comprensivo di Condove (Torino),
l’istituto comprensivo “Fermi” di Mondolfo (Pesaro),
il Liceo “Monti” di Chieri (Torino),
l’istituto comprensivo di Andezeno (Torino),
il Liceo “Tosi” di Busto Arsizio (Varese),
l’Istituto Superiore “Cossatese e Vallestrona” di Cossato (Cuneo),
l’Istituto Comprensivo “Ferrini” di Olgiate Olona (Varese),
l’ITI di Fermo,
l’istituto superiore “Panzini” di Senigallia,
il liceo artistico “Selvatico” di Padova,
l’istituto “Belardi di Marzocca di Senigallia,
il liceo scientifico “Da Vinci” di Jesi (Ancona),
il liceo “Perticari” di Senigallia,
l’istituto superiore “Einstein Nebbia” di Loreto (Ancona),
il liceo “Saffo” di Roseto degli Abruzzi (Teramo),
l’istituto superiore “Cambi Serrani” di Falconara (Ancona),
l’istituto comprensivo “Cervia 2” di Cervia (Ravenna),
l’Itet “Carducci Galilei” di Fermo,
l’Istituto Comprensivo “Calamandrei” di Torino,
il Liceo Classico “Palmieri” di Lecce,
l’istituto “Carlo Urbani” di Porto sant’Elpidio (Ascoli Piceno),
l’Istituto comprensivo “Faà di Bruno” di Marotta (Pesaro),
l’istituto “Percoto” di Udine,
l’istituto compensivo “Marchetti” di Senigallia,
l’istituto comprensivo di Montegranaro (Ascoli Piceno),
l’Istituto Comprensivo “Cervia 3” di Cervia (Ravenna),
l’istituto “Giacomelli” di Senigallia,
l’istituto comprensivo Nord scuola secondaria “Sacconi Manzoni” di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno),
l’Istituto Comprensivo “Milani” di Terracina (Frosinone),
l’Istituto Comprensivo “S. Agostino” di Civitanova Marche (Macerata),
l’istituto comprensivo “Fermi” di Palazzolo sull’Oglio (Brescia)

2

La cerimonia di apertura è stata arricchita da numerose esibizioni e momenti di spettacolo, inframezzati da spazi dedicati alla consegna di premi e riconoscimenti.
Tra questi, il premio speciale per le scuole che hanno partecipato a GymInsieme, andato nell’occasione:
alle scuole superiori di Padova, Senigallia (liceo Perticari) e Brescia ed alle scuole medie di Olgiate Olona, Cervia 3 e San Benedetto del Tronto

Ed il premio del concorso “Sport per crescere”, nato con il patrocinio di Comune e Panathlon International Senigallia, per stimolare la creatività, la fantasia, il gusto del contatto in giovani che sono per lo più disabituati al confronto costruttivo con l’altro.
Un premio per far riconquistare agli studenti il senso del “NOI”, essenziale in un’epoca di contatti a distanza, attraverso lo sport, decisivo nel trasformare il vuoto di certi periodi di crescita in spazio definito.
Vivere lo sport insomma per trasformare lo “spettatore della vita” in “protagonista” di attività.

Nello specifico, il premio del concorso “Sport per crescere”, è stato assegnato a:
a Cristiano Stortoni e Greta Di Zuccheri dell’Itet di Perugia che hanno prodotto una canzone rap ed alla classe 3°B scienze umane del liceo classico Perticari di Senigallia per un lavoro di gruppo su un’illustrazione grafica.

Applauditissime dal numeroso pubblico presente al Palazzetto dello sport di Senigallia le numerose esibizioni proposte. Tra queste, la Libertas Marotta che ha presentato una coreografia di gruppo: una preistorica commedia di avventura dove i Croods, viaggiando attraverso paesaggi straordinari, scoprono un incredibile mondo popolato da creature fantastiche. Tra le atlete della Libertas Marotta, era presente anche Emma Morbidelli, campionessa assoluta regionale, categoria allievi di ginnastica artistica.

E poi la performer Alessia Verdini che ha proposto una coreografia individuale.
Un’atleta straordinaria che ha iniziato il suo percorso a 5 anni come ginnasta di artistica alla Libertas Marotta, raggiungendo in breve tempo le panchine della serie A del settore agonistico. Dopo essersi diplomata all’accademia Kataklò di Milano, ha partecipato come performer a spettacoli in tutta Italia, ha lavorato come Acrobata, è ballerina solista ed insegna danza moderna.

L’associazione Virtus Acrobatic team Pasqualetti di Macerata ha invece proposto una coreografia di gruppo eseguita da quattro ginnaste con l’utilizzo di attrezzatura non convenzionale, una torre lignea, alta quattro metri, su cui le atlete hanno eseguito in sincronia, elementi coreografici e pose acrobatiche, su un brano musicale di tipo etnico.

Non poteva mancare nella serata di apertura l’esibizione del Liceo Perticari di Senigallia, nuovamente protagonista alle Olimpiadi della Danza, dopo essersi aggiudicato il primo posto alla fase nazionale dell’edizione 2015.
Nell’occasione ha proposto “Giovani collegiali” scatenati nella danza al ritmo delle loro hits. Un gruppo formato da 43 alunne e preparati da Davide Albonetti, ex alunno del liceo Perticari, e coordinati da Maria Cristina Mazzaferri.

Il gran finale è stato riservato al gruppo agonistico del settore ginnastica ritmica della Polisportiva Senigallia con un esercizio di gruppo del settore agonistico. Una coreografia con tema “il mare” che ha sottolineato la flessibilità corporea tipica della ginnastica ritmica e l’aderenza alla musica costruita con l’assemblamento dei piccoli attrezzi tipici: fune, palla, cerchi, clavette e nastri.

Post precedente

Prestazioni sanitarie, convenzione Asur Comipa

Post succesivo

Grazie a Gymfestival studenti da tutta Italia

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.

Nessun Commento

Lascia un commento