Ambiente

Progetti educativi dell’ATA

Come da tradizione, anche per l’anno scolastico 2016-2017, l’ATA ha organizzato progetti educativi per le scuole di ogni ordine e grado della Provincia di Ancona.

Le iniziative denominate “Gli amici del riciclo”, 7 personaggi x 1 concorso (+ 11 avventure)”, “SØS Spreco Zero” e “Non buttiamoci via”, rivolte rispettivamente alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I° e II° grado, hanno coinvolto oltre 10 mila alunni del bacino e li hanno informati e sensibilizzati sui temi della raccolta differenziata, del riciclo e della riduzione dei rifiuti.

2

I progetti sono stati salutati con eventi conclusivi, da sempre itineranti, organizzati dall’ATA in collaborazione con i Comuni di Montemarciano e Santa Maria Nuova, le Cooperative Opera e HORT e la Ludoteca regionale “Riù”.

La sesta edizione di “Riusa in modo Superiore”, la proposta finalizzata alla sensibilizzazione dei giovani verso le corrette pratiche del riuso e del recupero delle risorse, ha messo al servizio dell’ambiente la fantasia e lo spirito di iniziativa dei giovani, portandoli a fondere queste doti con un sempre più radicato interesse nei confronti dell’ecologia e della salvaguardia delle risorse. L’iniziativa ha previsto che ogni partecipante realizzasse, assecondando le proprie abilità e specializzazioni, “un’opera ecologica” a partire da prodotti di recupero.

3

A conclusione del progetto, l’ATA ha organizzato, grazie alla collaborazione del Comune di Santa Maria Nuova, un’esposizione con le opere prodotte dai ragazzi.

La “Mostra d’arte riciclata”, presso la “Ludoteca Riù” di Santa Maria, ha visto accanto alle opere dei ragazzi, le sculture dell’artista Adino Amagliani, tutte ottenute con scarti di auto, moto, biciclette e utensili vari. In occasione di uno specifico evento, organizzato dall’ATA presso la sala consiliare di Santa Maria Nuova, ai ragazzi partecipanti al progetto è stato consegnato un premio come ringraziamento per l’impegno e per la sensibilità ambientale dimostrata.

04

A premiarli il Sindaco Alfredo Cesarini e l’Assessore Marco Marziani per il Comune di Santa Maria Nuova, Massimo Sbriscia, dirigente della Regione Marche e Matteo Giantomassi, responsabile comunicazione dell’ATA, che hanno sottolineato la qualità del lavoro dei ragazzi e li hanno invitati a proseguire in questo senso anche nella loro vita al di fuori del mondo scolastico, tramite l’associazionismo e il volontariato.

Sempre a Santa Maria Nuova, presso lo stadio comunale, si sono tenute le “RiciclOlimpiadi”, l’iniziativa ludico-educativa che ormai da 9 anni caratterizza la fase conclusiva dei progetti didattici dedicati alle scuole primarie.

5

RiciclOlimpiadi, un giusto coronamento del successo del progetto educativo 2016-2017 “7 personaggi x 1 concorso (+ 11 avventure)”, nel quale l’azione educativa passa attraverso la familiarizzazione con personaggi simpatici e facilmente riconoscibili che rendono più semplice e divertente la comprensione e memorizzazione di concetti e regole fondamentali della raccolta differenziata e, quindi, del corretto smaltimento dei rifiuti. Si tratta di un progetto innovativo con il quale si vuole diversificare, oltre all’approccio, anche le tematiche e le modalità di svolgimento dei laboratori in base alle fasce di età.

Si conclude anche il progetto didattico “SØS Spreco Zero”, realizzato in collaborazione con il Comune di Montemarciano, che ha visto i bambini della scuola dell’infanzia alle prese con il maialino Orgon, simpatico personaggio mascotte dell’iniziativa e gli alunni della scuola primaria e secondaria coinvolti con attività di educazione ambientale e alimentare, oltre che con un interessante percorso pilota per il coinvolgimento degli alunni nel monitoraggio degli scarti alimentari della mensa scolastica.

6

L’azione didattica si inserisce nel più ampio progetto denominato “Fatti gli avanzi tuoi”, finalizzato alla riduzione dello spreco alimentare tramite la facilitazione dell’asporto del cibo non consumato presso ristoranti e manifestazioni, la costituzione di una rete in grado di intercettare cibo presso la grande distribuzione e di provvedere alla sua redistribuzione, azioni di educazione ambientale sul tema dello spreco e della corretta alimentazione nelle scuole e presso le famiglie.

All’evento conclusivo del percorso scolastico sulla prevenzione dello spreco alimentare hanno partecipato tutte le classi della Scuola Secondaria di primo grado e le classi IV e V delle Scuole Primarie dell’ Istituto Comprensivo Montemarciano-Marina, per un totale di 19 classi e 440 alunni.

7

Nel parco di Montemarciano i bambini e ragazzi hanno realizzato una grande coreografia di oltre 100 mq, rappresentante due diverse immagini tramite cartoncini colorati sostenuti dagli alunni. La prima immagine rappresentata ricorda l’importanza di una sana e corretta alimentazione; si tratta infatti di un piatto “pieno” dei cinque colori del benessere nei quali sono divisi gli alimenti: il bianco, il rosso, l’arancio, il blu e il verde. La seconda, raffigura invece un piatto vuoto con il simbolo di divieto; divieto allo spreco, tema principale del progetto scolastico.

L’ATA è fortemente convinta che i positivi risultati ottenuti nel bacino provinciale in termine di riduzione dei rifiuti prodotti e raccolta differenziata, possano sempre migliorare anche per mezzo della collaborazione dell’istituzione scolastica: è dalle giovani generazioni che viene profusa all’intera società una nuova sensibilità ambientale.

La provincia di Ancona si posiziona ormai stabilmente tra quelle considerate virtuose nella gestione dei rifiuti.

8

La percentuale della raccolta differenziata supera la soglia stabilita dalla legge pari al 65% ed in molti Comuni va ben al di là del 70%, con punte sopra l’80%.

La produzione pro capite dei rifiuti complessivamente prodotti è pari a 461 kg all’anno. Anche grazie ai dati della provincia di Ancona, la Regione Marche è una delle prime in Italia nella raccolta differenziata dei rifiuti.

Questi risultati sono giunti anche grazie al lavoro svolto dall’ATA che, in collaborazione con le Amministrazioni comunali, ha reso possibile l’introduzione di sistemi di raccolta dei rifiuti in grado di incrementare drasticamente il recupero dei materiali e sintetizzare regole e modalità di raccolta in tutto il bacino. Basti pensare che nel 2006, prima dell’avvio di questa attività di pianificazione, il dato della raccolta differenziata nella provincia si attestava al 18% e la produzione pro capite dei rifiuti era pari a 581 kg all’anno. In un decennio si è avuto, quindi, un incremento di quasi 50 punti percentuali di raccolta differenziata e una diminuzione pro capite di oltre 100 kg all’anno di rifiuti.

Se poi si considerano solo i rifiuti conferiti in discarica, escludendo quelli avviati a recupero, si passa dalle 270.000 tonnellate dell’anno 2006 alle attuali 72.248, con una riduzione del 73,24%.

Post precedente

Visi e Voci 10 giugno 2017

Post succesivo

Visi e Voci 17 giugno 2017

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.

Nessun Commento

Lascia un commento