Sociale

Scuola di vita indipendente

Tra i progetti della Casa della Gioventù di Senigallia che aderisce al Consorzio solidarietà, cooperativa per il benessere, educazione e futuro di giovani in difficoltà, disabili e famiglie fragili, un grande valore meritano “Se.Po.Fa.” e “Scuola di vita indipendente”. Il primo, acronimo di Sento, Posso, Faccio, è nato nel 2010 per fornire esperienze sane di aggregazione e si rivolge a giovani con disagio socio relazionale e lieve insufficienza mentale.

Il secondo, nel 2016, forte del desiderio di emancipazione dei protagonisti di Se.Po.Fa., è nato per costruire solide basi per il futuro, attraverso la vita in un appartamento.

I destinatari sono persone che rientrano nel vasto mondo della Disabilità invisibile, quella che all’apparenza non si vede, ma purtroppo c’è e li rende preda di persone poco raccomandabili.

L’appartamento di scuola di vita indipendente è partito grazie ad un finanziamento di Cariverona ed alla compartecipazione economica delle famiglie.

Si trova a Borgo Bicchia di Senigallia, vicino al centro. I ragazzi vi vivono in gruppi di 4 per circa 4 mesi.

L’educatore (reperibile per qualsiasi esigenza) funge da strampella ed è presente solo alcune ore della giornata. Per il resto del tempo i giovani stanno soli, compresa la notte.

E mentre la cooperativa Casa della Gioventù lavora per ottenere nuovi fondi, sostenitori e volontari da usare per questa scuola, in questo periodo natalizio è possibile contribuire attraverso un regalo solidale. Un’idea originale che viene dal cuore, attraverso l’acquisto e la consegna di un box regalo.

 

 

COME AIUTARE CASA DELLA GIOVENTU’

 C/C postale n.6397785

 Bonifico bancario: Banca Popolare Etica

IBAN: IT52F0501802600000011269503

Intestato a Coop. Soc. Casa della Gioventù Onlus

Causale: erogazione liberale per Vita Indipendente 01

Post precedente

Visi e Voci 9 dicembre 2017

Post succesivo

Primo successo MyCicero Battuto il Pescara

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.