Trasmissioni tv 2018

Visi e Voci 10 febbraio 2018

I servizi della cinquantottesima puntata di Visi e Voci in onda il 10 febbraio 2018 su Tv Centro Marche.

1 Da alcuni giorni Macerata è super blindata e si ritrova assediata dalle forze dell’ordine. Una città mai vista prima, dove è cambiata la percezione della sicurezza e dove ora regna la paura, in primis tra i migranti.

2 E l’omicidio di Pamela prima e la sparatoria contro i migranti poi, hanno portato al centro del dibattito il fenomeno dell’immigrazione. Siamo stati in uno dei centri che ospita i migranti di Macerata.

3 Finalmente a fine febbraio dovrebbero essere consegnate le prime casette anche ai terremotati di Camerino. La città è una di quelle che conta il numero più alto di sfollati, ma con i maggiori ritardi nel completamento dei villaggi.

4 Nel frattempo a Caldarola è stata presentata la scuola che da settembre ospiterà circa 250 bambini. Contemporaneamente, c’è stata però la manifestazione di protesta dei terremotati che occupano le casette considerate abusive e che continuano a sostenere: “Siamo perseguitati: così si continua ad affossare la condizione dei terremotati.”

5 La determinazione e la dignità della gente terremotata continua intanto a dare altri segnali straordinari. A Montefortino c’è un chiosco che ha continuato a lavorare dopo il sisma diventando punto di riferimento per tutta la comunità.

6 In chiusura ci occuperemo di un prodotto tipico delle Marche: il cavolo verde di Macerata. La stagione non è stata favorevole alla sua coltivazione e per la prima volta la vendita sul mercato è complicatissima.

TEMA DELLA PUNTATA:

 Finché abbiamo desideri, abbiamo ragioni per vivere

Post precedente

Visi e Voci 3 febbraio 2018

Post succesivo

MyCicero, nuovo coach e segnali di ripresa

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.