Trasmissioni tv 2018

Visi e Voci 24 marzo 2018

I servizi della sessantaquattresima puntata di Visi e Voci in onda il 24 marzo 2018 su Tv Centro Marche.

1 All’ospedale Torrette di Ancona è stato effettuato un intervento straordinario. La sostituzione di un cuore artificiale con un cuore artificiale. E’ la prima volta in Italia, una delle prime nel mondo. Protagonista un uomo di 70 anni di Macerata che abbiamo incontrato e che si è sottoposto a 10 ore di intervento oltre a 6 mesi di ricovero per riprendersi la vita.

2 A Fano è stata fatta brillare la bomba rinvenuta vicino alla spiaggia Sassonia e innescata per sbaglio durante le operazioni di recupero. Per questo l’ordigno, che aveva fatto scattare l’evacuazione di  parte della città, era stato depositato in fondo al mare, dove il 19 marzo è stato fatto esplodere, nonostante le avverse condizioni meteo. E con l’esplosione la città è tornata a tirare un sospiro di sollievo.

3 Questi che vedete nelle immagini sono ghost hunter, letteralmente cacciatori di fantasmi, ma ad Osimo durante un sopralluogo alle grotte del Cantinone sono stati loro ad essere stati cacciati dagli spettri. E la paura ha raggiunto livelli altissimi.

4 Fedeli ai loro padroni gli amici a quattro zampe pure nell’aldilà grazie ad una nuova moda che si sta diffondendo anche nella nostra regione: quella della cremazione degli animali.

5 E’ stata inaugurata al Palazzetto Baviera di Senigallia la mostra “Il Correggio ritrovato, la Sant’Agata di Senigallia”. Si tratta di un dipinto autografo di Antonio Allegri detto Correggio, che ritrae il bellissimo volto di Sant’Agata, martire patrona di Catania, ritratta dal pittore in un momento di contemplazione dei simboli del suo martirio. Una mostra, curata da Giuseppe Adani, visitabile fino al prossimo 2 settembre.

TEMA DELLA PUNTATA: 

Solo una cosa rende impossibile un sogno: la paura di fallire.

Post precedente

Il capolavoro del Correggio a Senigallia

Post succesivo

La corazzata Ancona stende la MyCicero

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.