Cultura

Cristyle, a Jesi mostra sulla femminilità

Dal 29 Maggio (inaugurazione alle ore 18,30) al 2 Giugno, presso la sala dei Convegni di Jesi, La Scuola di formazione sartoriale Cristyle allestirà una mostra  di capi che alcuni degli Allievi dei corsi professionali hanno voluto ideare e realizzare come lavoro di gruppo con l’ intento di vestire la donna nelle fasi centrali e più significative della sua vita: il matrimonio, la donna incinta.

Si tratta di un evento unico nel percorso formativo di quasi 50 anni di attività della Scuola, dove gli allievi hanno lavorato in gruppo con l’ obbiettivo di vestire non solo una bellezza ideale di donna, ma anche a mostrare, con un corpo reale una metamorfosi della bellezza femminile, dove l’apparire trova la sua dimensione visiva nella nascita  continua dell’essere, proprio nel mondo dell’effimero, grazie alla unicità del CAPO SU MISURA realizzato con” ARTE SARTORIALE”.

La Cristyle affonda le sue radici nei lontani anni 50 quando ancora era sviluppato ed efficace un lungo apprendistato presso le sartorie bottega e come allora, anche oggi la Cristyle alla fine del percorso formativo  professionale offre agli allievi un periodo di apprendistato gratuito che permette loro di consolidare la preparazione  con la partecipazione  a mostre e sfilate.

Nel 2006 la nostra scuola ha partecipato  a Napoli ad un concorso Nazionale Premio Fiustemberg “Nuove idee per la moda”classificandosi al terzo posto.

Molti degli allievi, riescono ad affermarsi nel settore della moda supportati dal metodo e dalla didattica della Cristyle mostrando concretamente quel talento e passione talvolta non sempre ben espressa o non ancora scoperta.

 

PER INFO:

Cristyle

Scuola di formazione per la moda dal 1970

di Maria Cristina Cesari

via Ugo La Malfa 24

0731202894

www.cristyle.biz

info  cristyle.biz

 

Post precedente

Visi e Voci 25 maggio 2019

Post succesivo

"Cronisti in classe", ad Ancona le premiazioni

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.