Avvenimenti

Nuova Capitaneria di Porto a Senigallia

Una suggestiva cerimonia ha accompagnato l’inaugurazione della nuova sede dell’Ufficio locale marittimo di Senigallia, eseguita attraverso lavori di manutenzione straordinaria dell’edificio ex Gencimar, fronte faro di Senigallia, sulla banchina di levante del porto di Senigallia.

Un intervento – con il preciso scopo di adeguare gli ambienti del fabbricato per destinarli alla nuova sede della Capitaneria di Porto – atteso ed importante che soddisfa pienamente tutti i referenti Amministrativi (Capitaneria di Porto, Comune di Senigallia, Ufficio Opere Marittime di Ancona) interessati al miglior esito della riqualificazione edilizia ed urbana di una delle zone più frequentate della città nel periodo estivo.

 

L’incarico, su committenza del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, dipartimento per le infrastrutture, i sistemi informativi e statistici provveditorato interregionale per le opere pubbliche Toscana, Marche, Umbria, è stato affidato all’ing. Vincenzino Coppa e consisteva nella “Progettazione definitiva esecutiva, di impianti civili, calcolo e verifica di alcune strutture”.

L’edificio interessato era stato costruito nel 1965 ed articolato in due parti.

Una estesa di circa 110 metri quadrati al piano terreno, caratterizzata da una copertura piana utilizzata a terrazzo; l’altra sviluppata su due piani per circa 115 metri quadrati, anch’essa con copertura piana.

Il fabbricato è collocato sulla banchina tra il porto e il fiume Misa in corrispondenza della passerella pedonale che scavalcando il fiume collega i due lungomare. Ad esso è affiancato un edificio ad un piano costruito dopo il 2000, anch’esso con la copertura utilizzata a terrazzo, adibito alla vendita di prodotti ittici e a ristorazione (attualmente non più in funzione).

Il fabbricato risultava inutilizzato da molti anni e le sue ultime destinazioni d’uso sono state quelle di deposito / archivio al piano terreno, e ad appartamento al primo piano dalla terrazza collegata alla banchina mediante una scala in ferro degradata ed in precarie condizioni statiche.

Anche la porzione della costruzione a due piani era piuttosto fatiscente soprattutto sul lato nord – ovest, dove le diffuse infiltrazioni di acqua piovana hanno prodotto l’ossidazione dei ferri dell’armatura della struttura in cemento armato.

Lo stato di deterioramento era talmente avanzato da non permettere il recupero dei solai e da suggerire una ricostruzione parziale delle strutture in elevazione.

Gli interventi del progetto sono stati: strutturali, architettonici ed impiantistici.

Nel primo caso, finalizzati alla realizzazione del marciapiede esterno;

dei solai di piano, previa demolizione di quelli esistenti;

ripristino delle sezioni in cemento armato con trattamento delle armature per le parti strutturali;

realizzazione di una nuova scala esterna in acciaio per l’accesso al piano primo e al terrazzo.

Gli interventi architettonici vertono sulla ridistribuzione degli ambienti al fine di soddisfare le nuove esigenze funzionali del fabbricato. Pertanto, per migliorare la loro vivibilità, con il rifacimento dei pavimenti, infissi, finiture interne e  finiture esterne.

Aspetto importante dell’immagine del fabbricato è dato dalla verniciatura esterna con la scelta di adottare una particolare pigmentazione che ha lo scopo di rendere ben visibile e caratterizzante l’edificio nel contesto dell’area portuale.

Gli interventi impiantistici prevedono il completo rifacimento di riscaldamento e raffrescamento ambienti per tutto il fabbricato.

Realizzati inoltre ex-novo l’impianto elettrico e la predisposizione della video sorveglianza. Al fine di isolare e proteggere dall’intemperie al fabbricato è stato predisposto un cappotto esterno.

Nel corso dell’inaugurazione della nuova sede dell’Ufficio locale marittimo di Senigallia è stata anche allestita una mostra fotografica realizzata dallo Studio Ceccarelli di Senigallia, architetti e progettisti che conoscono alla perfezione la zona dell’intervento realizzato.

Per Senigallia un ulteriore valore aggiunto che oltre tutto giunge all’inizio della stagione turistica e contribuisce a rendere ancora più bella la cartolina e l’immagine della spiaggia di velluto in questo periodo dell’anno.

 

Post precedente

Visi e Voci 22 giugno 2019

Post succesivo

Emozioni nel ricordo di Marco Micciarelli

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.