Istituzioni

Senigallia, 23° Bandiera Blu grazie a qualità delle acque ed offerta turistica

Anche nel 2019 Senigallia si è confermata tra le località italiane insignite della prestigiosa Bandiera Blu dalla Fondazione per l’Educazione Ambientale delle Marche.

Un risultato straordinario anche a livello di continuità, dal momento che si tratta della ventitreesima per quanto riguarda le spiagge e della settima per ciò che concerne gli approdi turistici.

Oltre alla qualità delle acque e dell’offerta turistica, a determinare questo ennesimo successo ha contribuito il soddisfacimento di parametri di valutazione come il servizio di raccolta differenziata, la gestione del verde urbano e la presenza di piste ciclabili.

I due vessilli sono stati ritirati nella sede del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal sindaco Maurizio Mangialardi.

Da tantissimi anni insomma i cittadini senigalliesi ed i tanti turisti raccolgono i frutti del lavoro svolto dall’Amministrazione comunale e dagli operatori economici per tutelare l’ambiente, potenziare la qualità dei servizi e, più in generale, diffondere e radicare la cultura dell’accoglienza turistica.

Tra le numerose iniziative che hanno contribuito a conquistare l’ennesimo vessillo, l’evento di pulizia della spiaggia di Senigallia che, come consuetudine, si svolge ad inizio primavera.

Nello specifico, “We Love The Sea” promosso dal Rotaract Club Bari Agorà e dall’associazione no profit Surfrider, al quale il Distretto Rotaract 2090 (Abruzzo, Marche, Molise e Umbria) ha deciso di prendere parte.

Questo ambizioso progetto si pone l’obiettivo di sensibilizzare sulla tematica, estremamente attuale, dell’inquinamento dei nostri mari e spiagge.

Proprio per questo, il Distretto si è dato appuntamento per pulire un tratto di spiaggia, identificato nel primo tratto del litorale nord di Senigallia.

Contemporaneamente in tutto il mondo, molti altri Distretti hanno fatto lo stesso nelle loro spiagge, in una giornata di emblematica solidarietà.

I rotaractiani del Distretto si sono così armati di sacchi, guanti e buona volontà ed hanno fornito un preziosissimo contributo per il raggiungimento dell’obiettivo. D’altra parte in questa associazione le attività che vengono svolte sono molteplici, tutte a vocazione sociale. Ogni socio mette a disposizione tempo e conoscenze per un fine nobile e appunto al di là di ogni tornaconto personale.

Il Rotaract prende il suo nome dal più famoso Rotary, associazione a livello mondiale che si pone l’obbiettivo di fare service, tanto che il motto del Rotary è “servire al di là dei propri interessi personali”.

La differenza tra Rotary e Rotaract è soltanto anagrafica, in quanto i membri del Rotaract sono ragazzi dai 18 ai 30 anni.

Ogni anno è anche l’occasione per riflettere su quanti rifiuti produciamo.

Assieme a questo fortissimo senso civico dei cittadini ci si adopera anche per controllare se ci sono i nidi dei Fratini e per conoscere meglio questo piccolo uccello che nidifica in spiaggia ed il suo habitat, vale a dire le dune, ovvero piccoli fossi di sabbia, che con la loro vegetazione, costituiscono un habitat quasi scomparso.

E proprio in queste zone nidifica il Fratino, specie di uccello nidificante lungo i litorali e che da anni è oggetto di tutela attraverso un progetto del Comune di Senigallia e di volontari.

Ad oggi sono stati 30 i nidi censiti lungo le spiagge senigalliesi (oltre ad altri ubicati in spiagge vicine come i 5 nidi a Marina di Montemarciano e i 4 a Metaurilia e Torrette di Fano), rientrando nella media delle deposizioni rispetto agli anni precedenti.

Nonostante i tanti nidi censiti, molti purtroppo non sono andati a buon fine: infatti solamente 15 hanno avuto esito positivo con la schiusa delle uova. Le cause sono da ricercare nelle cattive condizioni meteo della scorsa primavera, nell’eccessivo disturbo antropico e, purtroppo, in atti di vandalismo.

A 10 anni dall’inizio del progetto che, oltre al Fratino, prevede la tutela, la valorizzazione e la gestione delle formazioni dunali presenti nella spiaggia di Senigallia, la popolazione di questa specie è cresciuta dalle 3-5 coppie iniziali alle 43 coppie odierne: lungo il litorale senigalliese è, infatti, presente il contingente nidificante più importante delle Marche.

La specie viene monitorata in maniera costante e nello scorso ottobre 2018 è stata emanata un’altra ordinanza (la 574/18) a tutela delle dune, della flora dunale e del Fratino, nella quale sono indicate le azioni da evitare e sono previste sanzioni per casi di disturbo alla specie.

Altra bellissima occasione che merita grande attenzione nell’ambito degli eventi che hanno portato a conquistare la 23° Bandiera Blu consecutiva delle spiagge per Senigallia è stato il “Green day”.

Si tratta di una giornata dedicata all’ambiente in cui i soci del Lions Club di Senigallia, i volontari di Legambiente e il Comune di Senigallia hanno sostenuto gli alunni della scuola Primaria di Cesanella nella giornata “Green day”, con lo scopo di pulire  il tratto di spiaggia di Senigallia, per circa due chilometri.

141 alunni, con pettorina, cappellino e guanti e sacchi  forniti da Legambiente, hanno passato al setaccio l’arenile, per quasi tre ore consecutive.

E’ il secondo anno dell’iniziativa e, visto l’ entusiasmo degli alunni, si è pronti a partecipare, come a tutti gli appuntamenti proposti da Legambiente durante l’anno scolastico.

“Puliamo il mondo”, a settembre, in cui gli alunni hanno ripulito tutto il giardino della scuola ed aiutato nella potatura di alberi e cespugli.

A  fine ottobre la “Festa dell’albero” in occasione della quale sono stati piantumati 7 cespugli nel giardino della scuola, uno per ogni classe.

In primavera “Nontiscordardime”, giornata nazionale di pulizia del giardino e piantumazione.

La scuola Primaria di Cesanella è, non a caso, a indirizzo ecologico-botanico.

D’altra parte, l’ecologia e la botanica sono da anni materie trasversali a tutte le materie di insegnamento.

Nel giardino botanico della scuola, creato a maggio del 2012, sono state piantate oltre 600 piante di circa 250  differenti specie, tutte classificate. Gli alunni partecipano alla vita del loro giardino curandolo durante il corso dell’anno scolastico, anche con lezioni all’aperto di scienze e di educazione all’immagine.

E tra le strutture che aumentano il valore aggiunto dei servizi della città, va sottolineata l’inaugurazione del nuovo Centro di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, attraverso la realizzazione di una struttura moderna ed efficiente nella frazione di Marzocca.

Per conseguire la finalità della migliore raccolta differenziata è fondamentale assicurare una rete diffusa di Centri Comunali o intercomunali che consentano di intercettare quei rifiuti che non vengono raccolti direttamente a domicilio dal gestore del servizio.

Il Centro di raccolta differenziata dei rifiuti urbani di Marzocca è stato realizzato grazie a finanziamenti regionali per la realizzazione ex novo di queste strutture. Dal costo complessivo di circa un milione e 100 mila euro del progetto preliminare redatto dall’Area Tecnica Territorio e Ambiente del Comune di Senigallia, la Regione Marche ha assegnato un contributo di  circa 750 mila euro.

L’appalto dei lavori è stato assegnato il 31 luglio 2018 ad un raggruppamento temporaneo di imprese composto dalle ditte:

CIARMATORI SRL di Serra de’ Conti e C.F.C. Consorzio Fra Costruttori SOC. COOP. di Reggio Emilia (RE).

Nel Comune di Senigallia, la percentuale di raccolta differenziata è del 70,97%. Si tratta di un dato estremamente positivo ma che, attraverso il nuovo Centro, può raggiungere obiettivi anche più ambiziosi. Si inquadrerà inoltre come uno strumento sul territorio, che potrà dare la possibilità ai cittadini di vedere il rifiuto come risorsa, avviandolo a buone pratiche, quali quelle del riuso e del riutilizzo.

Tante occasioni imperdibili per coinvolgere giovani ed adulti, non solo a fare un gesto concreto per la nostra spiaggia ed  il nostro mare, ma anche per riflettere su ciò che i singoli – attraverso modalità intelligenti – possono fare per continuare su questa direzione.

Insomma il lavoro non si ferma mai ed è già scattata l’organizzazione per conquistare la 24 Bandierà Blu delle Spiagge.

Post precedente

Visi e Voci 20 luglio 2019

Post succesivo

Senigallia, la 7° Bandiera Blu del Porto è realtà

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.