Istituzioni

Senigallia, la 7° Bandiera Blu del Porto è realtà

Nel 2019, per la città di Senigallia è particolarmente significativa e importante è la conferma della Bandiera Blu per gli approdi turistici, la settima consecutiva, considerato che la riqualificazione del Porto della Rovere ha rappresentato nel corso degli ultimi anni un intervento strategico e continua a essere oggi oggetto di costante attenzione, come dimostrano i recenti interventi per la realizzazione del distributore di carburante nell’area dell’avamporto e dell’impianto fotovoltaico in copertura al Club Nautico.

Del resto, la crescita del porto come sviluppo della città verso il mare, anche nell’ottica di trasformare Senigallia in sede di grandi eventi come il recente Trofeo Coni Kinder, è e continuerà ad essere un obiettivo primario degli amministratori.

Come sempre, oltre ai cittadini, alle imprese, ai sodalizi ed alle associazioni ambientaliste del programma Eco-Schools coordinate da Camillo Nardini, il ringraziamento va a Vivaservizi e Arpam per il costante monitoraggio della qualità delle acque, ed alla Capitaneria di Porto, per il prezioso lavoro svolto ai fini della sicurezza nell’area portuale e in mare.

Ed a proposito di Capitaneria di Porto, una suggestiva cerimonia ha accompagnato l’inaugurazione della nuova sede dell’Ufficio locale marittimo di Senigallia, eseguita attraverso lavori di manutenzione straordinaria dell’edificio ex Gencimar, fronte faro di Senigallia, sulla banchina di levante del porto di Senigallia.

Un intervento – con il preciso scopo di adeguare gli ambienti del fabbricato per destinarli alla nuova sede della Capitaneria – atteso ed importante che soddisfa pienamente tutti i referenti Amministrativi (Capitaneria di Porto, Comune di Senigallia, Ufficio Opere Marittime di Ancona) interessati al miglior esito della riqualificazione edilizia ed urbana di una delle zone più frequentate della città nel periodo estivo.

L’incarico, su committenza del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, dipartimento per le infrastrutture, i sistemi informativi e statistici provveditorato interregionale per le opere pubbliche Toscana, Marche, Umbria, è stato affidato all’ing. Vincenzino Coppa e consisteva nella “Progettazione definitiva esecutiva, di impianti civili, calcolo e verifica di alcune strutture”.

L’edificio interessato era stato costruito nel 1965 ed articolato in due parti.

Una estesa di circa 110 metri quadrati al piano terreno, caratterizzata da una copertura piana utilizzata a terrazzo; l’altra sviluppata su due piani per circa 115 metri quadrati, anch’essa con copertura piana.

Il fabbricato risultava inutilizzato da molti anni e lo stato di deterioramento era talmente avanzato da non permettere il recupero dei solai e da suggerire una ricostruzione parziale delle strutture in elevazione.

Gli interventi del progetto sono stati: strutturali, architettonici ed impiantistici.

Nel corso dell’inaugurazione della nuova sede dell’Ufficio locale marittimo di Senigallia è stata anche allestita una mostra fotografica realizzata dallo Studio Ceccarelli di Senigallia, architetti e progettisti che conoscono alla perfezione la zona dell’intervento realizzato.

Per Senigallia un ulteriore valore aggiunto che oltre tutto giunge all’inizio della stagione turistica e contribuisce a rendere ancora più bella la cartolina e l’immagine della spiaggia di velluto in questo periodo dell’anno.

Per quanto riguarda la realizzazione del distributore di carburante nell’area dell’avamporto, si tratta di un progetto che si inserisce in una più ampia strategia di rigenerazione in chiave sostenibile dell’area del Porto della Rovere che punta ad efficientare e mettere in sicurezza i sistemi di approvvigionamento di carburante e di energia da fonti rinnovabili.

“ECOPORTO” declina la strategia di valorizzazione con un sistema organico di interventi che hanno come tema comune lo sviluppo del porto peschereccio della città in chiave sostenibile e sicura.

Nello specifico, gli interventi riguardano:

Un nuovo impianto di distribuzione di carburante a servizio del porto peschereccio, quindi per la motopesca, precisamente nell’avamporto sulla banchina specificatamente destinata al distributore di carburanti.

Un nuovo impianto fotovoltaico per la produzione di energia rinnovabile a servizio della flotta peschereccia, previsto con il posizionamento di moduli fotovoltaici sulla copertura piana dell’edificio presente nella sede del Club Nautico.

La settima bandiera Blu consecutiva per gli approdi turistici, permette a Senigallia di aumentare il proprio orgoglio a livello regionale e nazionale.  D’altra parte, affinché un Approdo Turistico ottenga il vessillo, deve rispondere a requisiti sempre più selettivi.

E per raggiungere questi risultati c’è stato bisogno dell’impegno di tantissime persone, senza dimenticare nemmeno gli amministratori che hanno preceduto le Giunte Mangialardi, che, con grande lungimiranza, realizzarono durante le loro gestioni progetti strategici come il depuratore e l’acquedotto industriale, di cui oggi tutti noi possiamo beneficiare.

Post precedente

Senigallia, 23° Bandiera Blu grazie a qualità delle acque ed offerta turistica

Post succesivo

Visi e Voci 27 luglio 2019

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.