Cultura

Concerto benefico della Scuola G.B. Pergolesi con padre Pierucci

La Scuola Musicale “G.B.Pergolesi” di Jesi, istituto musicale convenzionato con il Conservatorio di musica “G. Rossini” di Pesaro, si prepara a festeggiare il S.Natale con un appuntamento in musica insieme all’Avis nel segno della solidarietà. Il concerto è in programma sabato 21 dicembre pv alle ore 17 al Santuario Madonna delle Grazie in corso Matteotti a Jesi. L’Avis di Jesi e la Scuola Musicale “G.B.Pergolesi augurano buone feste con un concerto diretto dal maestro Stefano Campolucci in cui si esibirà l’Orchestra della Scuola Musicale Pergolesi insieme ai solisti Giuditta Longo al violino, Giorgia Mancini soprano e Olga Salati mezzosoprano. Nel corso della serata saranno eseguite due composizioni originali di padre Armando Pierucci, che sarà l’ospite d’onore del concerto.

Potranno essere ascoltate alcune delle pagine più significative della musica classica e del repertorio natalizio, tra queste, l’esecuzione del “Concerto RV 297 op.4 n.8” in fa minore di Antonio Vivaldi meglio noto come “l’Inverno”, opera celeberrima che il compositore veneziano inserì nel “Cimento dell’Armonia e dell’Invenzione” nel quale si immagina un combattimento tra la ragione e l’immaginazione. Nel programma della serata seguirà la “Romanza op. 50 in Fa” di Ludwig Van Beethoven, una delle composizioni più note del musicista tedesco in cui la cantabilità è associata alla semplicità dell’elaborazione formale. In entrambe le opere al violino solista sarà Giuditta Longo, apprezzata concertista di fama nazionale, attualmente Primo dei secondi violini presso l’orchestra Colibrì Ensemble di Pescara. Collabora con importanti orchestre come l’Orchestra Regionale Toscana e i Solisti di Pavia. Dal 1998 è docente di violino presso il Conservatorio “G.Paisiello” di Taranto.

Seguiranno brani vocali ispirati alla tradizionale natalizia nei quali si esibiranno il soprano Giorgia Mancini ed il mezzosoprano Olga Salati già protagoniste nel 2019 insieme alla stessa formazione orchestrale dello “Stabat Mater” di Pergolesi e del “Gloria” di Vivaldi. La serata sarà anche una speciale occasione per presentare in anteprima assoluta due brani di padre Armando Pierucci, legato al gruppo strumentale da molti anni. Padre Armando Pierucci, padre francescano nato a Maiolati Spontini si è diplomato al Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma e ai Conservatori San Pietro a Majella di Napoli e G. Rossini di Pesaro. Nel 1995 ha fondato l’Istituto di Musica Magnificat di Gerusalemme, da lui diretto sino a fine 2014. Ha dato concerti in Italia, Grecia, Cipro, Svizzera, Russia, Islanda e Terra Santa. Ha composto musica in particolar per organo, coro, recorder, accordeon, ottoni, pianoforte, diverse cantate, varie opere didattiche, ed innumerevoli arrangiamenti ed accompagnamenti (sia in ambito laico che ecclesiale), messe e brani liturgici.

Nell’aprile 2008, il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano gli ha conferito il titolo di “Cavaliere dell’Ordine della Stella della Solidarietà Italiana” e nel 2013 è stato decorato con la “Knight’s Cross of the Order Merit of Hungary” dal Presidente dell’Ungheria Jànos Ader per il suo impegno a favore dei giovani di origine, religione e cultura diversa, e per la promozione delle relazioni musicali. Una delle sue composizioni originali, “Shubbo ihàw Qolo”, sarà cantato in aramaico, la lingua parlata in Palestina al tempo di Gesù. Questa la presentazione che ne fa lo stesso padre Armando: «È un brano che fa parte della Sinfonia Siriaca, composta recentemente, su ispirazione dei canti dei primi secoli della cristianità della Siria, Libano, Mesopotamia. “Shubbo ihàw qolo” (“C’era una volta”), è una melodia molto semplice, adatta a far cantare tutta la gente riunita intorno alla Grotta Santa. Infatti i Cristiani continuano a cantarla in ogni Natale, come noi cantiamo “Tu scendi dalle stelle”». L’altra composizione, “E’ Natale”, per flauto e archi è inserita nell’Oratorio a San Michele.

«Quello di sabato al Santuario della Madonna delle Grazie per l’Avis di Jesi è il primo di due appuntamenti in musica sottolineati dalla solidarietà – spiega il direttore della Scuola Musicale G.B.Pergolesi Mauro Mazzuferi – con cui continuiamo il nostro impegno musicale e sociale per restituire alla città e al territorio quanto ci è stato dato in termini di valore e di apprezzamento, in questi anni».

Il concerto sarà completato con brani natalizi di varie epoche: “The Holy Boy” di John Ireland, l’ “Ave Maria” di Giulio Caccini – Vladimir Vavilov, “Le Cantique de J ean Racine” di Gabriel Fauré, “Le Cantique de Noel” di Adolf Adam ed infine “Have yourself a merry little Christmas” di Hugh Martin e Ralph Blane. Il maestro Stefano Campolucci dirigerà l’Orchestra della Scuola Musicale Pergolesi composta da: Mattia Console, Loretta  Fascioli, Melissa Cantarini, Giulia Frisoli, Roberto Bramati, Valentina Vindusca, Claudia Delpriori, Umberto Bongiovanni, Fatna Aoudy, Gaia Mazzoni, Marco Collesi, Riccardo Lunardi, Greta Campolucci, Valentina Rossini (violini); Carlo Balestra (viola); Davide Moretti, Elia Pinti, Linda Peroni, Cecilia Delpriori, Alice Masini (violoncelli); Marco Delpriori, Jack Lucchetti (contrabbassi); Meri Piersanti (pianoforte);  Katia Luzi, Mattia Negroni (flauti); Marco Moretti, Giada Casoli (clarinetti); Elia Magini (percussioni).
Ingresso libero. Info: scuola Musicale Pergolesi, palazzo San Martino in corso Matteotti 50, tel. 0731 205856 oppure: www.scuolapergolesi.itinfo@scuolapergolesi.it

 

Post precedente

Visi e Voci 14 dicembre 2019

Post succesivo

Protezione Civile Senigallia: le info utili

Ciro Montanari

Ciro Montanari

Nato a Senigallia (Ancona), nel 1966, esercita la professione di giornalista da oltre trent'anni, diventando professionista il 15 settembre 1992. Inizia a collaborare nel campo dell'informazione nel 1986 attraverso radio Velluto Senigallia. Dal 1988 passa al piccolo schermo con Tv Centro Marche, poi alla carta stampata come redattore e direttore responsabile di riviste regionali e nazionali. Negli anni si specializza in vari campi del mondo della comunicazione: radio, televisione, uffici stampa, presentazioni, organizzazione di eventi, corsi scolastici, web. Dopo oltre venti anni di lavoro con Nerosubianco, fonda l'agenzia di servizi giornalistici Visi e Voci.